BUON GIORNO A TE , CONCITTADINO , HO CREATO QUESTO MIO BLOG CON LA INTENZIONE E LA SPERANZA DI RICHIAMARE LA TUA ATTENZIONE SU ARGOMENTI E PROBLEMI SOCIALI CHE POTREBBERO ESSERE DI COMUNE INTERESSE

SE VUOI DEDICARMI UN PO’ DEL TUO TEMPO , DAI UNO SGUARDO AGLI ARGOMENTI TRATTATI NEI VARI POST E SE NE RITIENI QUALCUNO PIU’ INTERESSANTE O UTILE , POTRESTI ANCHE DARNE UN SEGNO DI APPROVAZIONE O DI CONDIVISIONE E COSI’ FACENDO

POTRESTI UNIRE LA TUA VOCE , ALLA MIA VOCE , PER COINVOLGERE TUTTE LE COSCIENZE DI QUEI CITTADINI CHE , COME TE E COME ME , CREDONO NELL'ONESTA' , NELLA LEGALITA’ E NELLA GIUSTIZIA ; CITTADINI CHE , COME TE E COME ME , PRETENDONO LEGITTIMAMENTE CHE SIANO PIENAMENTE REALIZZATE TUTTE LE CONDIZIONI NECESSARIE A SODDISFARE LA ESIGENZA E IL DIRITTO DI POTER SCEGLIERE LIBERAMENTE E AUTONOMAMENTE QUELLE PERSONE RITENUTE DA NOI IDONEE A GOVERNARE , POTENZIALMENTE CAPACI DI GESTIRE LA NOSTRA SOCIETA’ NEL RISPETTO DELL’ ORDINE DEMOCRATICO E DEI PRINCIPI COSTITUZIONALI ; QUELLE PERSONE CHE SIANO IN GRADO DI ATTUARE E FAR RISPETTARE IN PIENO LA LEGALITA’ E CHE SIANO IN GRADO DI REALIZZARE UNA POLITICA DI VERA ED EFFETTIVA GIUSTIZIA ED EQUITA’ SOCIALE NEL NOSTRO PAESE .

TI RINGRAZIO PER L’ ATTENZIONE E TI SALUTO

“ LA MIA VOCE “ www.lamiavoce37.blogspot.com



giovedì 17 agosto 2017

L' O B E S I T A '


 L’  OBESITA’     …….un  grave fenomeno  sociale .




Un fenomeno  che  richiama  al senso  di responsabilità  non solo le Istituzioni , in ordine al dovere di informazione  sui rischi  per la salute e di controllo sanitario , bensì  anche  alla responsabilità dei  cittadini stessi , come soggetti , individualmente esposti ai rischi  della obesità e del sovrappeso , e soprattutto  come genitori nei confronti della salute dei propri  figli.   Oltre  ai  fattori  fisici negativi , che riguardano  le ripercussioni sulla salute e  i  notevoli  disagi  determinati  dal sovrappeso  nei movimenti  del corpo , vi  sono anche  quelli  di  natura  psicologica , non da trascurare ,  derivanti  dalle forme sovradimensionate  dell’aspetto fisico , spesso soggette  a critiche o a spiacevoli apprezzamenti  da parte degli altri , nei rapporti  interpersonali  e sociali.
Sono  circa due miliardi e duecento  milioni  le persone obese  o in sovrappeso nel mondo , adulti e bambini.
 Cioè , il 30 %  della popolazione mondiale.   Praticamente ,  una “ crisi di sanità pubblica globale , in crescita e quindi  molto preoccupante . E’ fra le maggiori minacce mondiali.
Le conseguenze  dell’obesità  sono importanti  anche riguardo  al  tasso  di  mortalità .  Nel 2015  sono stati attribuiti all’obesità  oltre  quattro milioni di decessi.
Infatti , l’obesità  non colpisce solo chi  ce l’ha , ma colpisce anche  i componenti la famiglia e gli amici , sia direttamente che indirettamente .
Se non si provvede in tempo  per arginare questo gravissimo fenomeno , le cinque malattie principali causate dall’obesità , aumenteranno  e , purtroppo , di ciò se ne avvantaggeranno  le case farmaceutiche , che potranno raccogliere benefici economici in tutto il mondo.
Ciò che è più preoccupante è  l’aumento  dell’obesità infantile , che in alcuni Paesi  ha superato quella degli adulti.   Si è appurato  che l’Italia  è tra i Paesi  quello che  registra  un numero maggiore di bambini  grassi,  con il 21,3 %  di bambini  in sovrappeso  e il 9,3 %   di bambini obesi , maggiormente concentrati  nelle regioni  del centro  e del sud.
Uno degli aspetti più critici  che influenzano  le cattive abitudini alimentari nei confronti dei bambini  è quello  del cosiddetto “ marketing “ , costituito dalle  aziende produttrici  di cibo ricco di grassi , di zuccheri , di sale , che  attraverso prodotti  di attrazione  infantile , del genere   dei  personaggi   dei fumetti ,  di regalini  vari , di raccolta punti , riescono a trarne  enormi profitti  e  purtroppo  in danno  della salute di milioni  di bambini .  
Il sovrappeso può far aumentare il rischio di soffrire di diversi disturbi. Se siete in sovrappeso o obesi, probabilmente siete a rischio di:
  • diabete di tipo 2,
  • coronaropatia e ictus,
  • sindrome metabolica,
  • determinati tipi di tumore,
  • apnee nel sonno,
  • osteoartrite,
  • disturbi della cistifellea,
  • sindrome del fegato grasso,
  • complicazioni della gravidanza.
È possibile diminuire i rischi per la salute se si dimagrisce, se si fa un’attività fisica regolare e si mangia in modo sano.
Il modo più semplice per capire se siete in sovrappeso è valutare l’indice di massa corporea, che si calcola come rapporto tra peso (in chilogrammi) ed altezza al quadrato (in metri).

Indice di massa corporea (Photo Credit: http://it.wikipedia.org/wiki/File:BMI_grid_it.svg)
Un altro modo per scoprire se il vostro peso può provocare dei rischi per la salute è quello di misurarvi il girovita: questa, da sola, non è sufficiente per capire se siete in sovrappeso, ma indica se avete del grasso in eccesso nell’addome.
È un’indicazione importante, perché il grasso in eccesso sull’addome può far aumentare i rischi in misura maggiore rispetto al grasso presente nelle altre parti del corpo.
Le donne con girovita maggiore di 90 cm e gli uomini con girovita maggiore di un metro con ogni probabilità corrono maggiori rischi di soffrire di disturbi connessi all’obesità .


martedì 15 agosto 2017

MALVAGITA' E INDIFFERENZA


www.lenuoveidee.blogspot.com



         
             SUL GENOCIDIO DEL VENTUNESIMO SECOLO
                            
                                Esecrazione ,  disgusto , orrore ,sconcerto ,…..sensazioni che una persona dotata di sensibilità umana non può non provare  vedendo migliaia  e  migliaia di esseri umani , che disperati , per le violenze  subite  a  causa  di  conflitti  armati , od  anche per  condizioni  ambientali  divenute  difficili alla vita , per gravi carenze  alimentari , per gravi  siccità , per le malattie ed epidemie  , sono costretti  o indotti  da speculatori senza scrupoli  a fuggire dalle loro terre ,  verso paesi progrediti  e per una vita migliore ,  per poi finire  nelle  mani  di  violentatori , di stupratori , oppure  a subire  di una terribile morte, trucidati o annegati , finiti come cibo per pesci.

 Ma le reazioni popolari  dei Paesi occidentali sono diverse : c’è chi chiudendo il canale tv o ripiegando il giornale , dopo un po’ non ci pensa più ;  c’è chi pensa che nulla può farsi se non rassegnarsi , lasciandoli al loro destino;  chi pensa , persino , che in fondo è colpa loro se decidono di rischiare la vita  e che oltretutto è ingiusto accollarsi l’onere di una accoglienza senza regole precise e strutture adeguate . Chi pensa , invece , che deve prevalere ogni sentimento umanitario e anche si adopera per accogliere e salvare queste tante  povere vite umane . Ma nel complesso , la gente sta a guardare , non provando alcun senso di colpa, anche se molti autorevoli personaggi  dovrebbero sentirsi veramente in colpa  per non aver fatto sentire la propria voce  e la propria condanna , richiamando alle loro responsabilità i vari politici dei Paesi del mondo cosiddetto “ civile” , che discutono , ma nulla fanno in concreto per evitare che tutto ciò continui ad accadere , ogni giorno , perseverando in diatribe e in comportamenti ipocriti  e assolutamente inutili.      
Non sanno fare altro che blaterare , tutti . Mentre i migranti continuano a sbarcare sulle nostre coste , a centinaia , a migliaia  ogni giorno , ....mentre i volontari delle associazioni umanitarie e i tutori dell'ordine pubblico agiscono eroicamente in aiuto a questi poveri disgraziati , in un contesto politico-organizzativo  internazionale  assai carente , confusionario , contraddittorio , persino conflittuale .
 In Italia , i sindaci contro Prefetti , Prefetti contro sindaci e contro il governo , il governo  contro  l ‘ Unione   Europea . Mentre le organizzazioni malavitose sono pronte a mettere le mani sulle grosse somme di denaro stanziate per l'accoglienza di migliaia  di esseri umani  , i più destinati a vagare , senza un lavoro, e i cittadini , in un tale caos , protestano , si arrabbiano , diventano razzisti , in una società che è ormai allo sbando , dove non ha più senso parlare di "dignità " umana , di rispetto della persona . Esseri umani che per il colore della loro pelle , durante il cosiddetto  “ Colonialismo “ erano chiamati “ negri “ , ma  che ancor  oggi , in più parti del mondo , continuano a subire  tali epiteti , in senso dispregiativo. 
Adesso , a  vederli ammassati , come bestie al macello , su barconi  malridotti , stipati in modo inverosimile sulle navi di salvataggio , tutti , uomini ,donne , bambini , in quel colore scuro della loro pelle che li rende uniformi  , tutti uguali , in una massa informe di individui  senza identità , non solo anagrafica , ma persino umana.
Un dramma  e  una  tragedia  talmente grave che  le stesse perdite in mare non si contano più  e che le violenze più truci e disumane , perpetrate in lagher peggiori di quelli nazisti , vengono colpevolmente  nascoste  o solo genericamente accennate  dagli organi di stampa  e  dai  Governi  dei Paesi occidentali , che si guardano bene  dal fare autocritica e  modificare i propri  comportamenti  politici  , palesemente faziosi e complici di ogni violenza , per gli interessi speculativi che ricavano dalle ricchezze di  quegli enormi  territori  e  che , in situazioni di accoglienza ritenute   assai difficili da accettare ,  trovano nel modo  più  semplice e comodo soluzioni  di  rifiuto e di respingimento di tutti questi “ negri “  verso destini  ignoti , ma certamente  crudeli.


domenica 13 agosto 2017

INSEGNANTI E SOCIETA'

                             
    IL  RUOLO  DI  INSEGNANTE  E  LA  SOCIETA’  MODERNA

Il ruolo di insegnante , specialmente  quello  riguardo ai bambini ( 5 / 10 anni ) , è da tutti ritenuto estremamente importante e delicato . Gli insegnanti , particolarmente in tali casi , devono fungere da educatori , oltre che da docenti , e tale compito , ai nostri giorni , è diventalo assai difficile , se posto in relazione ad una situazione generale di criticità organizzativa e strutturale della scuola italiana , nel suo complesso.
Non solo , ma tale delicato compito diventa estremamente difficile e persino arduo se consideriamo anche la drammatica carenza educativa , a volte reale mancanza , se non proprio cattiva e maldestra condotta , che viene statisticamente registrata nei  confronti  di molti , troppi genitori odierni  verso i propri figli  e verso gli stessi insegnanti , molto spesso indifesi  e isolati , rispetto al sistema sociale e istituzionale.
 In tale contesto , infatti e  purtroppo ,  dobbiamo aggiungere anche gli altri  fattori sociali , quelli esterni alla famiglia e alla scuola . Cioè , quelli riscontrati  nell’ambito   delle istituzioni pubbliche dello Stato , di grave insufficienza nel  “dovere istituzionale “ di richiamare , e pubblicizzare  con la necessaria periodicità e determinazione, all'attenzione di tutti i cittadini certi valori fondamentali riguardanti il rispetto della dignità della persona umana , quella altrui e anche della dignità  della propria persona , e altresì  riguardo ai  “ doveri “ morali e civili  , previsti dalla Costituzione italiana , troppo disattesi e ignorati  da molti .

In merito ai compiti degli organi politici e istituzionali dello Stato  va purtroppo rilevata  una  grave carenza di controllo pubblico  verso  determinati , anomali  e  rischiosi  fenomeni  sociali e comportamentali di gruppo ( progressivo e diffuso  consumo di droghe ), che dovrebbero richiedere gli opportuni e  incisivi  interventi a difesa non solo dell'ordine sociale , ma soprattutto della stessa sicurezza e salute dei giovani , messa continuamente a rischio da molteplici fonti speculative e malavitose.

UN SANO RISVEGLIO SOCIALE


                      UN  SANO  RISVEGLIO  SOCIALE

Per fortuna o per ventura ,  sembra  che  stia evolvendo ,  da circa un lustro  , un  chiaro e sano  risveglio  sociale  nelle coscienze di molti giovani  ( Movimento cinque stelle ) .  Ci auguriamo , sempre più di  giovani , verso  uno  fra  i  principali  diritti esistenziali  e democratici nella vita di ogni essere umano , cioè quello della “ libertà “  e della indipendenza  decisionale da certi  poteri precostituiti. 
Un rigurgito di quelle  coscienze più sensibili a certi valori , a certi ideali , a certi diritti civili e sociali , che sono stati via via negli ultimi trenta/quarant’anni  progressivamente  calpestati  da un sistema sempre più complesso di interessi  finanziari  speculativi , da poteri politici sempre più agguerriti e auto referenzianti  , volti al controllo definitivo  e  alla manipolazione  quasi totale della vita  sociale delle popolazioni.
Di questi giovani , come già detto , ve ne sono molti , ma non sono ancora sufficienti  a risvegliare le menti , le coscienze  di tanti altri , ancora troppi giovani , che vivono nel “ limbo “  dell’ ignoranza  nei confronti di una certa realtà sovra strutturata , nei confronti di un mondo politico , da loro ritenuto assolutamente estraneo  al proprio mondo  di interessi  ; giovani che vivono  di false sicurezze ,  inghiottiti  da vortici accattivanti , ma alienanti , temporanei  , purtroppo ripetitivi , che li trascinano in mondi surreali ,  di esaltazioni , di piaceri , di dipendenze psico-fisiche , che  progressivamente  altro non fanno che ridurre  pericolosamente ogni  facoltà umana di saper gestire in modo equilibrato e proficuo la propria futura esistenza , individuale e di rapporti relazionali  e sociali.
In poche parole , una  prospettiva  drammatica di estrema gravità, di cui la società di oggi , quella formata dai meno giovani , quelli già inseriti nel “sistema “ , o  non si rendono consapevoli  oppure fanno finta di nulla , per un proprio tornaconto  , per favorire fin quanto  è  possibile  gli immanenti  interessi  propri  personali , ivi compresi  i piaceri  facilmente elargiti  dal sistema  , e chiaramente  quelli  più alienanti di cui si nutre  abbondantemente il  sistema  medesimo .
La speranza di un vero e proprio cambiamento è pertanto riposta solo sulle capacità intellettuali e sulle forze  morali  di quella massa di giovani , pieni di buona volontà , che ci stanno provando.  Coraggio !


CONTRO LA DROGA




                 CAMPAGNA EDUCATIVA CIVILE
                           “ CONTRO LA DROGA”
                                              






  CIASCUNO  DI  NOI  PUO’ , ANCORA ,  FARE  QUALCOSA  , AL  FINE  DI PROMUOVERE  UNA  FORTE  E  DIFFUSA  "  CAMPAGNA  EDUCATIVA  PER  COMBATTERE   L’USO  E  IL  CONSUMO  DELLA  DROGA  " 
                                                                                
                                                       
E'  SEMPRE  PIU' EVIDENTE   COME  LA  VITA  SOCIALE  IN  QUESTA  NOSTRA  EPOCA  E  IN  PARTICOLARE   NEI  PAESI  INDUSTRIALIZZATI ,  PRESENTI  INDISCUTIBILI   FATTORI   DEGENERATIVI  A  CAUSA  DI  UN  ORMAI  GLOBALIZZATO  CONSUMO  DI  DROGHE , NON SOLO DI QUELLE  COSIDDETTE “ PESANTI “ , MA  PURTROPPO , SPECIALMENTE FRA  I  GIOVANI ,RIGUARDO  ALLA DIFFUSIONE E  AL  CONSUMO DI  DROGHE AVENTI  LA FORMA DI “ COMPRESSE “ DI VARI COLORI E VARIE FORME , MOLTO FACILMENTE OTTENIBILI ( ANCHE VIA INTERNET )  E DAI  COSTI NON ELEVATI, CONTENENTI UN MISTO DI SOSTANZE CHIMICHE PRODUCENTI  EFFETTI  ALLUCINOGENI , EUFORICI , SESSUALMENTE STIMOLANTI , MA  MOLTO  NOCIVI , SPECIE SE PROLUNGATI , PER LA SALUTE. .

UN FENOMENO DEGENERATIVO CHE HA ASSUNTO LIVELLI  ALLARMANTI  ED  ESTREMAMENTE  PERICOLOSI   NON  SOLO  PER  LA  SALUTE  PERSONALE DEI CONSUMATORI ,   MA  ANCHE   RISPETTO AGLI  EFFETTI NEGATIVI RIFLESSI  SUI  RAPPORTI FAMILIARI  E  SOCIALI

RIGUARDO ALLE  DROGHE  “ PESANTI “ , EROINA , COCAINA ,ETC.. I  NARCOTRAFFICANTI  ,  SPARSI  IN  TUTTO IL  MONDO ,  AGISCONO  ATTRAVERSO  POTENTI  GRUPPI CRIMINALI ORGANIZZATI  E  CONCORRENTI  FRA  LORO , I  QUALI  , PRELEVANDO  A  BASSO  COSTO  ENORMI  QUANTITA'  DI  SOSTANZE , RICAVATE  DA  PIANTE  COLTIVATE  IN   ESTESISSIMI  TERRITORI   DI   PAESI  BALCANI , MEDIO-ORIENTALI , SUDAMERICANI , ETC::::  ACQUISISCONO   ENORMI  GUADAGNI  E  RICCHEZZE  ACCUMULATE LUNGO  IL  PERCORSO  DI  TRASFORMAZIONE  E  DISTILLAZIONE  E  SMERCIO  ILLEGALE  DELLE  SOSTANZE  MEDESIME .

MA  ANCHE  DIETRO LO SMERCIO  E  IL PALESE  COMMERCIO DI  DROGHE  CHIMICHE SI  SONO  SVILUPPATI  PROGRESSIVAMENTE  COLOSSALI  INTERESSI  ECONOMICI , DI  MILIARDI  E  MILIARDI  DI  SOMME  DI  DENARO ,  IN FAVORE DI SOCIETA’ INDUSTRIALI  , APPUNTO  PRODUTTRICI DI  TALI  SOSTANZE E  CHE  TROVANO  ADEGUATE  COPERTURE  E CONNIVENZE   ANCHE  AD ALTI   LIVELLI  POLITICO-ISTITUZIONALI NEI PAESI  IN CUI HANNO  SEDE  E CHE A  LORO VOLTA  TRAGGONO  ELEVATI  PROFITTI.


, L'USO  E  IL  CONSUMO  DI  DROGHE  E'  DIVENUTO  TALMENTE  GRAVE  E  DIFFUSO NEL  MONDO   CHE  IL  PROBLEMA  , PER  AFFRONTARLO  EFFICACEMENTE ,  APPARE  QUASI  IRRISOLVIBILE  E  L'ALLARME  SOCIALE  , SPECIALMENTE  RIGUARDO  AI  GIOVANI , HA  GIA' DRAMMATICAMENTE  COINVOLTO  E  SPESSO  SCONVOLTO TRAGICAMENTE  LA  VITA  DI CENTINAIA E  DI  MIGLIAIA  DI  FAMIGLIE.  

ALLORA  , COME  FARE  PER OPPORSI  AD  UN  FENOMENO  SOCIALE  COSI'   DRAMMATICO  E  SPESSO ANCHE  TRAGICO  ?   ANCORA  SIAMO  IN  TEMPO  PER TENTARE  DI PORRE  DEGLI  ARGINI  A  QUESTO  IMPETUOSO   FIUME  DI  ACQUA  INQUINATA  ED  INQUINANTE  ?

SI'  ,  NOI CITTADINI   POSSIAMO  ANCORA  FARE QUALCOSA DI  UTILE .
 CIASCUNO  DI  NOI , ATTIVANDO  LE  NOSTRE  COSCIENZE  A  NON  RINUNCIARE  ALLA  LOTTA ,  SPECIALMENTE  PER  SALVARE  I  GIOVANI  DA  QUEI   DANNI  CHE  POSSONO  DIVENTARE  PER  CIASCUNO  DI  ESSI  IRREVERSIBILI  , PROVOCATI   DALLA  TENTAZIONE  DI  PROVARE  ALCUNI  MOMENTI  DI  PIACERE  E DI   EVASIONE .

SI  PUO ‘  ANCORA   RIUSCIRE  A  PORRE UN RELATIVO CONTENIMENTO  ALLA  GRAVE  DIFFUSIONE  DI  QUESTO  MALE ,   ATTRAVERSO  UN'OPERA  DI  CONVINCIMENTO  ESERCITATA  PERSONALMENTE  DA  CIASCUNO  DI  NOI  NON SOLO NEI  CONFRONTI   DEI  GIOVANI ,  CON  CUI  ABBIAMO  OCCASIONE  DI  PARLARE ,  MA  ANCHE  ATTRAVERSO  UN  NOSTRO  IMPEGNO  CIVILE    VERSO  L'ESTERNO ,  ANCHE  TRAMITE  I  MEZZI  PERSONALI  DI  COMUNICAZIONE  TELEMATICA  ( FACEBOOK - TWITTER - ECC.. )  , RIVOLGENDO   APPELLI  AGLI  ORGANI  POLITICI  ISTITUZIONALI ,  DI  GOVERNO , PARLAMENTO  E  AMMINISTRATIVI  PUBBLICI , AFFINCHE'  QUESTI  SI  ATTIVINO  AL  PIU'  PRESTO  E  CON  LA  MASSIMA  DETERMINAZIONE  E   SOPRATTUTTO  PER  UN  DOVERE  ISTITUZIONALE  DI  INFORMAZIONE  IN  TUTTO  IL  TERRITORIO  NAZIONALE ,  PONENDO  IN  ESSERE  UNA  INCESSANTE  E  CAPILLARE    "  CAMPAGNA  EDUCATIVA CIVILE ,  CONTRO  LA  DROGA  "  ,A  PARTIRE  DALLA  ISTRUZIONE  SCOLASTICA  ED  ATTRAVERSO  I  MASS-MEDIA  (  RADIO , T V , ETC...)    AL FINE DI   ATTIRARE  L' ATTENZIONE   DI  UNA  UTENZA  PUBBLICA  LA  PIU'  AMPIA  POSSIBILE ,  SU  QUESTO  GRAVISSIMO FENOMENO SOCIALE ,  FACENDONE UNA QUESTIONE  DI COSCIENZA E  DI  DOVERE CIVILE E  ANCHE  DI  NATURA  ETICA E MORALE  VERSO  I  GIOVANI .


QUALUNQUE   LEGGE  RIGOROSAMENTE  REPRESSIVA  E QUALSIASI  INTERVENTO  ISTITUZIONALE  PUNITIVO   ANCHE  PIU’  DURO  E  SEVERO , SEPPUR  NECESSARIO  CONTRO  I  TRAFFICANTI   DELLA  DROGA  ,  NON  COSTITUISCONO , PURTROPPO ,   MEZZI E  SISTEMI   SUFFICIENTI PER  GARANTIRE  RISULTATI  POSITIVI REALMENTE  EFFICACI  E  DETERMINANTI .

 CIO’  CHE , INVECE , E’ ASSOLUTAMENTE  INDISPENSABILE, E’ UNA  AZIONE  , SERIAMENTE  IMPEGNATIVA E  COSTANTE , DI  ORDINE  CIVILE  E  MORALE ,  PERSEGUITA DA  OGNI  COMPETENTE  ORGANO  ISTITUZIONALE , CENTRALE  E  PERIFERICO ,  COME  OPERA  PUBBLICA  DI  RIEDUCAZIONE  E  DI CONVINCIMENTO  SULLA  IMPORTANZA  FONDAMENTALE  DI   DETERMINATI COMPORTAMENTI  DA  SEGUIRE    PER  LA  SALVAGUARDIA  DELLA  SALUTE  PSICO-FISICA  INDIVIDUALE, NONCHE’  PER  EVITARE  I   RIFLESSI  NEGATIVI , PERSINO ASSAI GRAVI ,  SUI   RAPPORTI  INTERPERSONALI, CONSEGUENTI  E  DETERMINATI  DALLA  DIPENDENZA  DAL  CONSUMO  DI   DROGHE.   

  MENO  DIPENDENZE ,  MINORI  FONTI  DI  GUADAGNO  PER GLI  SPACCIATORI  E  PER LE  ORGANIZZAZIONI  CRIMINALI .  


Problema  chiaramente  assai  diverso  e certamente  molto importante e  delicato ,  è quello relativo alla possibile  legalizzazione ad  esclusivo  “ uso terapeutico “ di farmaci di derivazione cannabinoide  e che  risulterebbe , in base ad esperienze medico-scientifiche , abbiano  riportato miglioramenti  in numerosi pazienti  colpiti da particolari patologie di natura neurologica.

                 Risultati di ricerca  sulle droghe
it.wikipedia.org/wiki/Effetti_della_cannabis_sulla_salute
o     
it.wikipedia.org/wiki/Cocaina
www.lugano-ticino.com/asnf/la_canna.php
·          
www.politicheantidroga.it/.../doc%20perche%20no%20alla%20legalizza...
·          
www.droganews.it/news/.../Adolescenti+e+consumo+di+alcol%3A+effetti...


www.narcodroga.it/droghe%20esaminate.htm
·          
·          
www.droga2.it/dipendenza-droga/cannabis-marijuana.htm
·          
·          
·         Le droghe e i loro effetti - Atuttascuola       www.atuttascuola.it/collaborazione/.../le_droghe_e_i_loro_effetti.htm
·          
·          
www.tossicodipendenza.org/disintossicazione.../ecstasy_giovani.htm
·          
italiano.narconon.org › Descrizione
·          
·          
·          
·          

www.iss.it › ISS › Droga › Documenti

·                     
·                     
·          
iport.dronet.org/com/filedownloadlink/allegatoQ.php?key=5899



mercoledì 9 agosto 2017

LA NATURA E L' UOMO


                              LA  NATURA   E   L’ UOMO 

Non è necessario dover credere per forza in DIO , per ritenere che solo da Dio , un giorno da venire , cadrà il giudizio , la condanna e la pena eterna per i criminali dell'umanità . .........No , non è proprio necessario essere credenti e religiosi.   Basta ragionare .
Perchè è già nel destino degli eventi , che gli effetti dei crimini contro  l' Umanità e conto la Natura , prima o poi verranno pagati , però da tutti.
Certamente e purtroppo per primi , con la vita e le sofferenze e le tragedie , dagli esseri umani più deboli , ma anche da coloro che sono rimasti indifferenti alle tragedie , passivi e anche complici di fronte alle malvagità dei criminali .
Alla fine ogni azione di disumana criminalità , di distruzione ambientale e naturale , verrà pagata inesorabilmente da tutti . Non importa se chi sicuramente compirà la sua vendetta non si vuole chiamarlo Dio , perché non si crede alla sua esistenza . Una cosa è certa ,  comunque , dovremo  tutti essere  costretti  a chiamarlo col suo vero e reale nome : “ Natura “.
 Saremo costretti  a subire da Lei la sua inesorabile vendetta , attraverso le sue alternanti e improvvise reazioni e manifestazioni violente , sempre più violente e disastrose e globali , attraverso fenomeni  gravemente anomali , surriscaldamenti atmosferici , scioglimento di ghiacciai , mancanza di precipitazioni di piogge , siccità , carestie , epidemie , burrasche , inondazioni , terremoti ,eruzioni vulcaniche , tsunami , etc.... Tutte tragedie umane , che da taluni saranno addebitate per colpa di quegli inevitabili eventi naturali che da sempre sono accaduti e accadranno sulla Terra. 
Ma in verità e in realtà questi fenomeni di particolare gravità e intensità  già vi sono , ma saranno sempre  maggiormente provocati  e aggravati dalla mano dell’uomo , da tutti quegli interventi strumentali , invasivi , sempre più diffusi , di natura chimica, elettronica , elettromagnetica ,  atomica , fisica ; nonché da disastrosi , distruttivi  interventi di guerra e di terrorismo , con armi atomiche, chimiche, batteriologiche comandati da gruppi di persone  di scienza e di potere , i cui interessi criminosi  , politici , militari , economici e finanziari , stanno da molto tempo ormai opprimendo popolazioni  intere sulla terra , calpestando , violando inesorabilmente ogni diritto umano , non solo ad una esistenza libera e dignitosa , ma anche e persino alla stessa vita . 

Un progetto concepito in modo assolutamente irresponsabile e in parte già attuato , da  individui  cinici e criminali , basato esclusivamente sull’accumulo di ricchezze e di potere nelle mani di una ristretta minoranza di persone. Un progetto che quando verrà e se verrà a compimento , paradossalmente farà cadere sugli stessi autori e attori le  conseguenze nefaste delle azioni distruttive da  loro commesse e  in modo irreparabile ,  in danno dell’eco sistema naturale e del genere umano e animale e vegetale...........con il suo non improbabile , forse non troppo lontano nel tempo , annientamento.

lunedì 7 agosto 2017

L' AURORA

                            "  S T A T U T O  "                            

                    “  L’ A U R O R A  “       
  ASSOCIAZIONE  CIVILE  D’ ORDINE MORALE  E  DEMOCRATICO
    


Movimento di carattere sociale , umanitario , apolitico , libero e indipendente, deve essere legalmente segnalato ai competenti Organi Istituzionali dello Stato .
L’idea di questa iniziativa , di questa Associazione , viene lanciata tramite  questo web :


per  la  sua  diffusione  in  tutto  il  territorio  nazionale  e  per  la maggiore  possibile  realizzazione  di  sedi  locali  associative , nel  rispetto  delle norme statutarie ivi  prescritte 

                                         
     
 “ L’AURORA  “   è  un’iniziativa originale , a carattere nazionale  ,  da realizzare in ogni città , paese  italiano  , in cui ogni sede associativa locale  dovrà riportare  l’indicazione  :

 Associazione   “ L’ Aurora “ , sede di …. ( città  e indirizzo )   

Non  esiste  una  sede reale  centrale  della Associazione, bensì  solo  una  “ Proposta “  unica , ideale , da realizzare ovunque sia possibile , attraverso sedi locali .

Ogni sede associativa locale è funzionalmente autonoma rispetto a tutte le altre sedi locali costituite in tutto il territorio nazionale , anche rispetto a quelle altre eventualmente costituite nella medesima città .

Pertanto , ciascuna sede locale non è tenuta a connettersi necessariamente con  altre sedi , pur restando la libertà di potere e volere effettuare utili collegamenti , anche attraverso siti web , sempre ai fini associativi di informazione , conoscenza e pubblicità , nonché per eventuali iniziative di natura organizzativa.

Però , ciascuna sede locale associativa sarà necessariamente  unita idealmente a tutte le altre sedi associative , dovunque costituitesi , nel comune rispetto dei principi e valori , delle finalità  della Associazione  “ L’ Aurora”  e  nel rispetto delle norme previste nel  comune “Statuto “ .

 Ogni sede associativa locale dovrà  essere  composta  da almeno tre soci , membri costituenti  della  stessa , che dovranno  rappresentarla  a norma di legge e segnalarla ai competenti Organi  istituzionali territoriali dello Stato , indicando le generalità dei soci , l’indirizzo e recapito della sede e allegando una copia dello “ statuto “.

Può  aderirvi come socio , assolutamente in modo libero  e gratuito , con iscrizione in qualsiasi momento rinunciabile e annullabile , senza condizioni ,  qualsiasi cittadino italiano , che non abbia condanne o pendenze penali , che preferibilmente sia libero da iscrizioni o adesioni a partiti politici o movimenti politici , oppure , anche se già iscritto o aderente a qualcuno di essi ,  comunque sia disposto ad impegnarsi  moralmente  e  attivarsi  nei possibili limiti personali  attraverso mezzi  di comunicazione culturali e sociali , a  difesa  dei principi  sanciti dalla Costituzione Italiana , dei valori  morali e civili  della legalità  e della giustizia sociale , del rispetto della  persona  e della  dignità umana . 
In  ossequio  alle  finalità  che  si  prefigge  di  conseguire  l’Associazione , qualunque  socio  , avendo conoscenza  di fatti ,  di persone o cose , che  siano  avvenuti  o siano stati  commessi  in danno di persone , colpite gravemente da violenze , da ingiustizie sociali o nella loro dignità umana,  può , se lo ritiene giusto o opportuno ,  segnalare  tali casi  e persone , possibilmente  in modo quanto più circostanziato di date e luoghi ,   alla organizzazione interna  della propria già costituita sede locale della Associazione , mantenendo  l’anonimato , attraverso  una  produzione  documentale , dattiloscritta , non firmata , contenuta in una busta chiusa , e da introdurre personalmente nell’apposita  urna  custodita  rigorosamente  presso  la  sede locale dell’Associazione stessa .
I soci , membri costitutivi  di ciascuna sede locale dell’Associazione , riunitisi e composta di almeno tre soci ,  in  una seduta  prefissata , per l’apertura delle buste contenute nell’urna  e per la lettura di quanto è  contenuto in ciascuna di esse , dopo averne  valutato la priorità , la gravità , l’urgenza , nonché la  realistica  consistenza  dei fatti  segnalati e descritti , decidono concordemente  di  far assumere  a  quelle  segnalazioni  scelte  nella seduta  , la titolarità  esclusiva  , impersonale , dell’Associazione ,  apponendo su ogni segnalazione il timbro di intestazione alla  Associazione e successivamente di trasmetterle  alle competenti Autorità  istituzionali  dello  Stato , per quei  provvedimenti  o interventi  che potrebbero  essere  presi  dalle stesse . 

 PRINCIPI   AI  QUALI  S’ ISPIRA   L’ASSOCIAZIONE
     
 LEGALITA’  ,  GIUSTIZIA  SOCIALE , RISPETTO  DELLA  PERSONA  E  DELLA  DIGNITA’  UMANA .

1)     La vita di  ogni  essere  umano  è  sacra .  Il  diritto alla vita  deve  essere  sempre rispettato, anche  in caso  di  pena  per gravi  delitti commessi . In tali casi è sufficiente  una  adeguata pena  di  restrizione della libertà  personale .
2)    Nelle controversie  politiche e sociali  fra i popoli  deve  essere  sempre  esperito  ogni  mezzo   non violento  e  cercata  ogni possibilità di  dialogo al fine  di  trovare  una  pacifica risoluzione delle stesse . Pertanto ,  va  rifiutato e  respinto  il ricorso  alla  guerra , come anche  l’uso  di  armi  e  strumenti di morte , come  preminente  e  diretto  mezzo  di intervento risolutivo .
3)      Nessun essere  umano  deve  essere  lasciato  in  condizioni  di abbandono  ed emarginazione sociale , per povertà , per malattia . E’  dovere  di  qualsiasi  comunità  civile  di  provvedere  tramite la Politica  a ristabilire  condizioni  di  vita  dignitosa  a  chi  si  trova  in  tali  situazioni  di  precarietà ,  di  provvedere  attraverso  opportuni  interventi  normativi  al  rispetto  di  principi di equità  nella  redistribuzione  della  ricchezza  nazionale  e  al  rispetto dei diritti costituzionali  nel mondo del lavoro.
4)    Per una corretta , pacifica e sana convivenza civile è necessario e indispensabile che vi sia il rispetto dell’onestà nei rapporti umani, sia di carattere politico che sociale, come anche  siano  previste  e  rispettate  le leggi  finalizzate e  rese  operative  per  il  mantenimento   dell’ordine  democratico , per l’istruzione e la ricerca scientifica ,  per la tutela dell’ambiente  e del patrimonio culturale e artistico,  per la sicurezza  e  la  salute  dei cittadini , che potrebbero essere messi  a  rischio da  aggressioni  criminali interne ed esterne , ma anche  da gravi fenomeni  di  inquinamento ambientale  , da  sofisticazioni  alimentari ,  nonché  da conseguenze  causate  da  una  cattiva  e corrotta  gestione del   fenomeno  delle  immigrazioni  in massa  di  esseri  umani  disperati , fuggiti da situazioni  drammatiche , costretti  a  emigrare  da territori sconvolti da guerre e conflitti interni.
5)     La Politica  deve essere sempre e solo al servizio dei cittadini  e  del  bene  comune , con l’esclusivo scopo di migliorarne le condizioni della vita sociale , primariamente  nei confronti dei meno abbienti . La Politica  deve   provvedere  accuratamente  e costantemente ,  attraverso i propri organi istituzionali  e i mezzi e gli strumenti più efficaci  di comunicazione  e di informazione , alla conoscenza  nei confronti delle giovani  generazioni  sulle  conseguenze negative e nocive per la propria salute psicofisica e per la propria vita sociale , causate dalla dipendenza  dall’ uso e abuso di droghe , nonché delle bevande alcoliche ,  dei giochi d’azzardo . In tal senso  è  indispensabile  che la  Politica abbia cura costante  di dotare  gli Organi istituzionali preposti dei mezzi  e strumenti  necessari  per contrastare in modo drastico ed efficace  ogni attività illecita  esercitata  in tali  contesti dalle organizzazioni criminali , nonché  il fenomeno della “ corruzione “, che nel nostro Paese , purtroppo , è divenuto un crimine  assai  diffuso  e  in misura allarmante  nell’ambito dei rapporti  socio-economici  e  politico-istituzionali , con conseguenti  gravi  danni  per il  regolare svolgimento della  economia  nazionale  e per il progresso sociale e  civile .  
6)     La Politica deve tutelare il lavoro , il risparmio , l’economia  reale  dalle speculazioni  finanziarie  e  criminali  e lo deve fare attraverso la istituzione  di una Banca  Pubblica Nazionale , sotto il controllo  diretto dello Stato , con  il  compito di  gestire  il  risparmio  privato dei cittadini  ed  i  prestiti finalizzati  a  sostenere soltanto investimenti di natura  commerciale  e  produttiva  nell’economia  reale, escludendo qualsiasi  investimento  di tipo speculativo finanziario .